comunicazione corporate e istituzionale | relazioni pubbliche | rapporti con i media

06 Febbraio 2019

Alexandria Ocasio-Cortez incanta tutti sui social: è @AOC la deputata USA più amata di Instagram

di Alessia Gasparini

Si chiama Alexandria, ha 29 anni e due profili Instagram. Potrebbe essere il ritratto di una qualsiasi millennial, se il suo cognome non fosse Ocasio-Cortez e il suo lavoro essere la più giovane deputata della storia degli Stati Uniti d’America.

Dopo aver conquistato i newyorkesi alle scorse elezioni di midterm, è arrivata al Congresso insieme ad altre 116 donne (quasi tutte del Partito Democratico come lei) battendo ogni record precedente. A renderla così amata non solo dai suoi elettori, ma da oltre due milioni di followers su Instagram e quasi tre milioni su Twitter (nome in codice @AOC, suo diminutivo ufficiale) è la sua capacità di comunicare con semplicità e naturalezza. Ocasio-Cortez ha deciso di utilizzare i mezzi della sua generazione per arrivare al grande pubblico, e ci sta riuscendo. Appena eletta ha iniziato una serie di dirette Instagram mentre si preparava la cena, struccata e con gli occhiali, durante cui rispondeva alle domande che i suoi followers le ponevano. Dal makeup alla politica, tra un mac&cheese e una pentola a pressione, AOC ha preso i Discorsi del caminetto di F.D.Roosevelt e li ha fatti diventare 2.0.

Ha portato i suoi followers in giro per i corridoi segreti del Congresso, mostrando la metropolitana segreta che collega i sotterranei dei palazzi governativi di Washington. Ha creato un secondo account “di rappresentanza” quando è entrata ufficialmente in carica come deputata alla Camera, da cui spiega a chi l’ha votata cosa sta effettivamente facendo per migliorare le sorti dell’America. Ha documentato nelle storie di Instagram tutti i passi salienti del suo percorso politico da novembre a oggi, avvalendosi anche dell’utilizzo dei sottotitoli per i non udenti. L’effetto è una fidelizzazione dei suoi seguaci che la fa amare non solo come politica, ma anche come persona. I suoi dietro le quinte hanno permesso agli elettori di sentirsi veramente partecipi della sua campagna prima e del suo lavoro da Rappresentante poi. Quando si dice “politica trasparente”.

Un successo che ha fatto arrabbiare non poco i Repubblicani, che hanno provato a screditarla utilizzando sempre i social, diffondendo un suo video dell’università in cui ballava su un tetto. La risposta? Un video in cui AOC balla di fronte al suo ufficio al Congresso, con scritto “Se i Rep pensano che le donne che ballano all’università sono scandalose, aspettate di vedere quando scopriranno che ballano anche al Congresso!”. Quasi quattro milioni di visualizzazioni e oltre 29 mila commenti sono una risposta sufficiente: la comunicazione di Ocasio-Cortez non solo funziona, ma probabilmente diventerà un modello da seguire.

08 Novembre 2019

La caduta del Muro di Berlino: trent’anni dopo, un bilancio

Danilo BreschiProfessore di Storia delle dottrine politicheUniversità degli Studi Internazionali di Roma – UNINT La caduta del Muro di Berlino è un vero punto di svolta della storia europea e mondiale. Fu evento inaspettato, non previsto dalle élites europee, ma ripensato in prospettiva storica possiamo oggi dire che il suo verificarsi derivò da cause di

Leggi tutto >

04 Ottobre 2019

Fare l’avvocato torna ad essere un’ambizione. Presentato il rapporto Censis 2019 sull’avvocatura.

di Tiziana Cignarelli Il rapporto sull’avvocatura del 2018 aveva tracciato due fenomeni tendenziali: femminilizzazione e meridionalizzazione della professione, individuando donne e giovani, soprattutto al Sud, tra gli avvocati in maggiore difficoltà per instabilità del lavoro e redditi al di sotto della media nazionale. Il rapporto CENSIS 2019 presentato ieri, quantomeno dai dati sinteticamente diffusi, ci

Leggi tutto >

05 Giugno 2019

LA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO ELETTRICO COMPIE 20 ANNI. BILANCIO POSITIVO, ORA PUNTARE A SOSTENIBILITÀ. PER BERSANI, PADRE DELLA RIFORMA, SFIDA È DECARBONIZZAZIONE

Venti anni dopo la liberalizzazione del sistema elettrico grazie alla Legge Bersani il bilancio e’ positivo ma con l’evolversi del tempo e del mercato occorre una qualche revisione, “un tagliando”. E’ l’opinione espressa dagli operatori del sistema elettrico, gli attori del mercato, riuniti in convegno organizzato dal Gse: ‘Il mercato dell’energia elettrica a venti anni

Leggi tutto >