comunicazione corporate e istituzionale | relazioni pubbliche | rapporti con i media

25 Gennaio 2019

Migliora il rapporto tra cittadini, imprese e Ict

Reso noto il 19 gennaio il report Istat 2018 su Cittadini, imprese e Ict ci consegna la fotografia del rapporto che intercorre tra gli italiani e le nuove tecnologie, la cui diffusione nell’anno appena passato sembrerebbe aumentare, anche se rimane un gap rilevante rispetto agli altri paesi Ue, sia per le imprese sia per i cittadini. Ma vediamo nel dettaglio i numeri.

Secondo l’Istat nel 2018 la quota di famiglie che accedono a Internet da casa mediante banda larga sale al 73,7% dal 70,2% del 2017. La connessione fissa (ADSL, Fibra ottica, ecc.) è la modalità di accesso più diffusa.

Il 94,2% delle imprese con almeno 10 addetti si connette in banda larga mobile o fissa; aumenta in misura rilevante la quota di quelle che dichiarano velocità di connessione in download di almeno 30 Mbit/s (da 22,1% nel 2017 a 29% nel 2018).

Il 68,5% delle persone di 6 anni e più si è connesso alla Rete negli ultimi 12 mesi (65,3% nel 2017) mentre il 52,1% accede tutti i giorni. I giovani restano i più grandi utilizzatori di Internet (oltre il 94% dei 15-24enni) ma la diffusione comincia ad essere significativa anche tra i 65-74enni, che nell’ultimo anno passano dal 30,8% al 39,3%.

Tra le persone di 14 anni e più, si utilizza soprattutto lo smartphone per l’accesso alla rete (89,2%), seguito dal PC da tavolo (45,4%). Il 28,3% utilizza un laptop o un netbook, il 26,1% un tablet mentre il 6,7% altri dispositivi mobili come ebooksmart watch, ecc.

Aumentano dal 12,9% al 16,9% le imprese che investono sulle competenze digitali provvedendo alla formazione dei propri addetti.

Fra le persone di 16-74 anni che hanno usato Internet negli ultimi 3 mesi, il 20,2% lo ha fatto per trovare un alloggio contattando direttamente un privato tramite siti web/app.

Rilevante è la crescita di intermediari per l’eCommerce. Il 64,1% delle imprese che nel 2017 hanno venduto via web (53,8% nel 2016), ha utilizzato almeno un e-marketplace e il 50,2% (39,1% nel 2016) ha realizzato almeno la metà del fatturato via web tramite intermediari.

Nel 2018 crescono al 55,9% gli internauti che acquistano online (53% nel 2017); il 43,9% di chi non ha acquistato negli ultimi 3 mesi ha comunque cercato informazioni su merci/servizi e/o venduto beni online.

È ampio il divario tra grandi e piccole imprese nel livello di digitalizzazione (Digital intensity indicator). Elevati livelli (“Alti” o “Molto alti) sono presenti nel 44,0% delle imprese con almeno 250 addetti e solo nel 12,2% delle imprese da 10 a 49 addetti.

08 Novembre 2019

La caduta del Muro di Berlino: trent’anni dopo, un bilancio

Danilo BreschiProfessore di Storia delle dottrine politicheUniversità degli Studi Internazionali di Roma – UNINT La caduta del Muro di Berlino è un vero punto di svolta della storia europea e mondiale. Fu evento inaspettato, non previsto dalle élites europee, ma ripensato in prospettiva storica possiamo oggi dire che il suo verificarsi derivò da cause di

Leggi tutto >

04 Ottobre 2019

Fare l’avvocato torna ad essere un’ambizione. Presentato il rapporto Censis 2019 sull’avvocatura.

di Tiziana Cignarelli Il rapporto sull’avvocatura del 2018 aveva tracciato due fenomeni tendenziali: femminilizzazione e meridionalizzazione della professione, individuando donne e giovani, soprattutto al Sud, tra gli avvocati in maggiore difficoltà per instabilità del lavoro e redditi al di sotto della media nazionale. Il rapporto CENSIS 2019 presentato ieri, quantomeno dai dati sinteticamente diffusi, ci

Leggi tutto >

05 Giugno 2019

LA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO ELETTRICO COMPIE 20 ANNI. BILANCIO POSITIVO, ORA PUNTARE A SOSTENIBILITÀ. PER BERSANI, PADRE DELLA RIFORMA, SFIDA È DECARBONIZZAZIONE

Venti anni dopo la liberalizzazione del sistema elettrico grazie alla Legge Bersani il bilancio e’ positivo ma con l’evolversi del tempo e del mercato occorre una qualche revisione, “un tagliando”. E’ l’opinione espressa dagli operatori del sistema elettrico, gli attori del mercato, riuniti in convegno organizzato dal Gse: ‘Il mercato dell’energia elettrica a venti anni

Leggi tutto >