comunicazione corporate e istituzionale | relazioni pubbliche | rapporti con i media

08 Aprile 2019

Verso le elezioni europee, tra crisi della democrazia, nuovi equilibri internazionali e comunicazione.

di Alessia Gasparini

Il populismo è un problema per la democrazia? “Ce lo dobbiamo chiedere” secondo Paolo Gentiloni, ospite insieme a Lucio Caracciolo dell’evento EurHope Talk organizzato da Proposita in collaborazione con The Ruling Companies. Giovedì 4 aprile l’ex Presidente del Consiglio e il direttore di Limes si sono trovati a discutere del futuro dell’Europa, ma anche della politica in generale, di fronte a un pubblico attento e numeroso. A moderare il dibattito la giornalista Sarah Varetto, che ha messo in luce i temi principali: quali sono i rapporti dell’Europa con il mondo, e quali quelli con la democrazia? Ovviamente una delle tematiche centrali è stata l’analisi del diffondersi delle idee populiste e cosa questo significhi a livello di strategia politica e della comunicazione. Gentiloni ha sottolineato che né la sinistra, né la destra liberale europeista hanno visto arrivare questa ondata, che ha trovato il suo spazio all’interno di un vulnus nella percezione della sicurezza. La paura di essere attaccati, di venire invasi è qualcosa che è presente nel 2019, un sentimento non razionale che il populismo ha saputo cavalcare. Ma l’isolamento a cui ci stiamo pericolosamente avvicinando non sarà la risposta ai problemi, ha sottolineato Gentiloni.

Per Caracciolo, invece, è importante valutare cosa succede tra Stati Uniti e Cina ed utilizzarlo come un termometro per valutare la situazione in Europa. Le prossime elezioni europee, continua, saranno più importanti per sondare il territorio all’interno dei singoli Paesi che per l’UE in generale.

Grande partecipazione anche da parte del pubblico, che ha sollevato questioni spinose ma fondamentali come il futuro del governo in Italia e le prospettive economiche del nostro Paese tra Flat tax e la proposta di reintrodurre la patrimoniale. Centrale il tema del rapporto tra informazione e social network: secondo il Presidente Gentiloni, non c’è una diretta relazione tra populismo e internet. L’impegno della comunicazione politica deve essere quello di andare in una direzione virtuosa, seguendo esempi di successo come quello di Angela Merkel o di Barack Obama.

01 Giugno 2020

G20: AMB. BENASSI, NEL 2021 IN ITALIA PER IMMAGINARE NUOVO MODELLO SVILUPPO SOSTENIBILE. TRA OBIETTIVI PRESIDENZA ITALIANA RIDUZIONE DISEGUAGLIANZE E PARTECIPAZIONE DONNE A MONDO DEL LAVORO

 di Katia Petrini Tra pochi mesi il nostro Paese assumerà, per la prima volta nella storia, la presidenza del G20. Nel 2021, infatti, l’Italia prenderà il testimone dall’Arabia Saudita, che nel 2022 passerà all’India. Il passaggio ufficiale di consegne si terrà il prossimo dicembre e la Presidenza italiana, guidata dallo Sherpa e Consigliere diplomatico del

Leggi tutto >

27 Aprile 2020

Protection of strategic industrial assets in crisis scenarios

Authors: Claudio Todaro, Vincenzo Iavarone, Katia Petrini, Stefano Di Traglia Rome (Italy), 27/04/2020 The serious health emergency caused by COVID-19 has determined the need for the Italian Government to use the capacity of the “Country System” to deal with the dramatic situation. The sudden communication of the pandemic and its rapid spread “with geometric progression”

Leggi tutto >

08 Novembre 2019

La caduta del Muro di Berlino: trent’anni dopo, un bilancio

Danilo BreschiProfessore di Storia delle dottrine politicheUniversità degli Studi Internazionali di Roma – UNINT La caduta del Muro di Berlino è un vero punto di svolta della storia europea e mondiale. Fu evento inaspettato, non previsto dalle élites europee, ma ripensato in prospettiva storica possiamo oggi dire che il suo verificarsi derivò da cause di

Leggi tutto >